Taffettà arredo

Taffettà arredo

Non importa se è in seta o in poliestere. Il taffettà ha la proprietà di conferire ad abiti da sera o tende un aspetto finissimo e incomparabile.

» Più informazioni per Taffettà

  • Categoria di prodotto

    • Tessuti
    applica
  • Materiale

    • Poliestere
    applica
  • Colore

    • arancione
    • argento
    • beige
    • bianco
    • blu
    • giallo
    • grigio
    • marrone
    • nero
    • oro
    • rosa
    • rosso
    • verde
    • violetto
    applica
  • Motivo

    • fiori
    • losanghe
    • motivi geometrici
    • piante
    • righe
    • tinta unita
    applica
  • Uso

    • Borse
    • Coperte
    • Cuscini
    • Tende
    • Tovaglie
    applica
  • tipo di tessuto

    • double face
    • seersucker
    • taffettà
    applica
  • Altezza

    • 130 - 139 cm
    • 140 - 149 cm
    • 150 - 159 cm
    • > 160 cm
    applica
  • Caratteristiche

    • a doppio strato
    • da cerimonia
    • di facile manutenzione
    • leggero
    • resistente
    • vaporoso
    applica
  • Mano/panneggio

    • mano liscia
    applica
  • Tipologia di produzione

    • tessuto
    applica
  • Superficie

    • bicolore
    • brillante
    • cangiante
    • doubleface
    • leggermente brillante
    • liscio
    • rilucente
    • stropicciato
    • trasparente
    applica
  • Nobilitazione

    • ricamato
    • rivestito
    • stropicciato
    applica
  • più filtri

ordina per

  • Prezzo crescente
  • Prezzo decrescente
  • Nome A-Z
  • Nome Z-A
  • Più recente primo
  • Bestseller
  • ordina per
  • Prezzo crescente
  • Prezzo decrescente
  • Nome A-Z
  • Nome Z-A
  • Più recente primo
  • Bestseller

Taffettà arredo

applica
Articoli per pagina
  • 24
  • 48
  • 96

Il materiale:

L’origine del termine è da ricondurre ad un tipo di tessuto ottenuto con sottili fili catena allineati molto vicini gli uni agli altri e intarsiati con un filo trama decisamente più spesso. Si forma così una struttura a coste che conferisce al tessuto il tipico aspetto che conosciamo. Al giorno d’oggi il taffettà viene realizzato principalmente in armatura tela e il suo particolare aspetto e resistenza sono dati dalla scelta del materiale e dall’equipaggiamento. Il taffettà viene impiegato soprattutto per confezionare abiti da sera e da gala, ma trova la sua realizzazione anche nel campo dell’arredamento.


Il taffettà può essere in seta, fibra sintetica (nylon, poliestere, viscosa) o fibra mista. Il taffettà può essere mono- oppure policromatico, ricamato o stampato. Inoltre esistono taffettà dalla texture particolare come i taffettà effetto moiré oppure stropicciato, con cui si indicano tessuti dall’effetto spiegazzato. Motivi jacquard sono invece più rari.

 

Consigli di lavorazione:
Il taffettà, come la seta, appartiene alla categoria dei tessuti „un po’ difficili“che però potete lavorare facilmente seguendo i nostri consigli:
Utilizzate sempre un ago a becco, nuovo, fine e di alta qualità (finezza: da 60 a 70), altrimenti i fili si tirano e si vedono irrimediabilmente!
La lunghezza del punto è da regolare a livello standard (da 2 fino a 3,5). A chi non vuole rischiare, si consiglia di regolare la macchina e di effettuare prima un test di prova.
Se dovete scucire un punto fatelo con un po’ di cautela perché altrimenti i fori dati dall’ago si possono ingrandire.
Il taffettà particolarmente stropicciato cucitelo con punto dritto dall’interno e lungo la linea di cucitura, così da non stravolgere le pieghe.

 

Indicazioni per il lavaggio:
Il taffettà deve essere lavato tenendo presente la sua composizione.

Fibre sintetiche come il poliestere tollerano esclusivamente un lavaggio a 30° in lavatrice con centrifuga di massimo 800 giri. Se il tessuto è ricamato o molto fine lo si può lavare anche in lavatrice inserendolo in un sacco sufficientemente grande.
Il taffettà in seta deve essere lavato in lavanderia oppure, usando un po’ di accortezza, anche a mano.

Si raccomanda di stirarlo a rovescio a bassa temperatura (livello 1) e di spruzzarlo leggermente durante la stiratura – preferibilmente vaporizzatelo piuttosto che spruzzarlo – perché altrimenti si formeranno delle macchie d’umido. Il taffettà stropicciato non va stirato affatto.

tessuti.com utilizza i cookies per garantirle il miglior servizio possibile. Continuando a navigare sul sito, acconsente all’utilizzo dei cookies.