Tessuti jeans

Tessuti jeans

Dai tempi di James Dean i jeans sono un cult e i tessuti in jeans un vero classico. Al giorno d’oggi i jeans sono assolutamente irrinunciabili in un guardaroba. Grazie alla loro armatura a spina i tessuti in jeans sono particolarmente resistenti e robusti. Questo tessuto in cotone, colorato solitamente di nero o di blu, può essere impiegato in vari modi. Inoltre, i capi di abbigliamento in jeans ti accompagnano a lungo.
  • Categoria di prodotto

    • Tessuti
    applica
  • Materiale

    • Cotone
    • Lyocell
    • Poliestere
    • Viscosa
    applica
  • Colore

    • arancione
    • beige
    • bianco
    • blu
    • giallo
    • grigio
    • marrone
    • nero
    • rosa
    • rosso
    • verde
    • violetto
    applica
  • Motivo

    • altri motivi
    • fiori
    • motivi ornamentali
    • pois
    • righe
    • stelle
    • tinta unita
    applica
  • Uso

    • Abbigliamento
    • Bambini
    • Borse
    • Cuscini
    applica
  • tipo di tessuto

    • jeans
    • tessuto spigato
    applica
  • Altezza

    • < 130 cm
    • 130 - 139 cm
    • 140 - 149 cm
    • 150 - 159 cm
    applica
  • Caratteristiche

    • elastico
    • leggero
    • morbido sulla pelle
    • resistente allusura
    applica
  • Mano/panneggio

    • mano compatta
    • mano liscia
    • mano morbida
    • panneggio morbido
    applica
  • Tipologia di produzione

    • tessuto
    applica
  • Superficie

    • bicolore
    • liscio
    • opaco
    applica
  • Nobilitazione

    • ricamato
    • ruvido/zigrinato
    • stampato
    applica
  • Separabilità

    • Non separabile
    applica
  • più filtri

ordina per

  • Prezzo crescente
  • Prezzo decrescente
  • Nome A-Z
  • Nome Z-A
  • Più recente primo
  • Bestseller
  • ordina per
  • Prezzo crescente
  • Prezzo decrescente
  • Nome A-Z
  • Nome Z-A
  • Più recente primo
  • Bestseller

Tessuti jeans

applica
Articoli per pagina
  • 24
  • 48
  • 96

Il Materiale:
Una caratteristica del jeans è l'armatura spina a Z o a S. Nella maggior parte dei casi si tratta di armatura serge (3 legature ordito o trama) o twill (armatura a 4 o 6 legature distribuite uniformemente).
I primi jeans furono cuciti in tela di canapa e di conseguenza avevano una colorazione tra il beige e il marrone. Al giorno d'oggi il jeans si ottiene dal cotone a fibra lunga. Con l'aggiunta di elastane il jeans ottiene una maggiore vestibilità.
Inizialmente i jeans erano dei pantaloni stretti in vita e sui fianchi che venivano indossati dai cercatori d'oro e dai cowboys. Venivano creati con tessuti robusti simili alla tela da vele e decorati con impunture, chiodature e stemmi in pelle. Negli anni 70 i jeans diventano uno stile a sé stante amato soprattutto dai giovani che disconoscono l'abbigliamento convenzionale.
Cercando le parole jeans o denim troviamo lo stesso tipo di tessuto, ma c'è una differenza tra i due termini che sta proprio nella provenienza del materiale grezzo. Jeans è il termine americano per Blue Gene oder Genois, quindi per il tessuto blu genovese. I «genovesi» erano i pantaloni da marinaio in cotone dal taglio semplice della zona di Genova. Gli operai che lavoravano la canapa trasformarono i «genoese» in «blue jeans».
Denim è l'abbreviazione americana per Serge de Nimes. Levi Strauss ordinò il tessuto diagonale color indaco ad un'azienda tessile di Nimes con lo scopo di produrre abbigliamento da lavoro robusto per i cercatori d'oro. Serge creò una versione diversa da quella francese a 3 o 4 legature di ordito e per sottolineare il luogo di provenienza, la nuova versione fu soprannominata «Serge de Nimes» che stava a significare «articolo in ordito della città di Nimes». Gli americani abbreviarono il termine in «denim».
Un tempo il jeans così robusto e pesante veniva impiegato solo per realizzare pantaloni da lavoro resistenti. Al giorno d'oggi il jeans viene ammorbidito mediante trattamenti speciali e lo si può impiegare per molti altri settori. Le qualità più pesanti vengono impiegate per realizzare pantaloni, giacche, gonne dal taglio dritto, borse e perfino imbottiture. Le qualità più leggere sono più adatte per camicie, camicette, abiti e gonne morbide e fluttuanti.

 

Consigli per la manutenzione:
Il jeans va lavato in lavatrice, ad un massimo di 40°C, da rovescio e con colori simili. Per i jeans neri o in tonalità scure si consiglia di utilizzare un detersivo per colorati per impedire che il tessuto si schiarisca. Per evitare che il tessuto si irrigidisca e quindi aumentare il comfort, si può aggiungere l'ammorbidente.

 

Consigli di lavorazione:
Il jeans è più o meno facilmente lavorabile a seconda della sua qualità. Il jeans più leggero si può tagliare e ricucire senza problemi. Appuntare un cartamodello sul jeans di qualità pesante e resistente sarà un po' più complicato. Vi consigliamo di utilizzare dei pesi e di tagliare il jeans con forbici da sarto robuste. Prima di tagliare il jeans scuro non prelavato si tenga presente che il tessuto restringe (ca. il 2-3% della lunghezza complessiva).
Per cucire il jeans fate uso di aghi per macchine da cucire in finezza 12, 14 e 16. Il filato più adatto è quello in cotone o poliestere con una lunghezza massima del punto di 2,5 mm.

tessuti.com utilizza i cookies per garantirle il miglior servizio possibile. Continuando a navigare sul sito, acconsente all’utilizzo dei cookies.